Come trasformare i desideri di realizzare sé stessi in obiettivi concreti?

Per realizzarsi non basta avere chiari i propri desideri. Come abbiamo già visto negli articoli precedenti ( https://www.chiaratalamo.it/individua-i-limiti-che-non-puoi-cambiare-di-te-o-della-tua-vita/ ) bisogna rendere i desideri concreti ovvero trasformarli in obiettivi.

Quali sono degli obiettivi realizzabili? come possiamo fare ad individuarli?

Semplice: la prima cosa è Individuare e focalizzarsi solo su poche cose a cui dare un “nome” preciso e che saranno i tuoi obiettivi concreti.

Ad esempio “cambiare lavoro” diventa fare “questo tipo di lavoro”, con Nome e cognome del lavoro che vogliamo fare.

Un obiettivo deve essere logico, fattibile e descrivibile in tempi, modi e risorse.

Vediamo ognuna di queste parole cosa significa esattamente nel dettaglio.

Logico. so suonare bene la chitarra e faccio l’operatore di call center, diventa “mi realizzo insegnando chitarra” logico perché io conosco bene la chitarra ed ho già insegnato in precedenza. Ogni azione è logica se è coerente con una competenza, è comprensibile e chiaro a tutti.

Fattibile: che si può fare. Si può realizzare questo sogno? Sì è molto concreto ed è possibile per me che possiedo lo strumento. Posso vuole dire che sono in grado e che sento di averne le potenzialità.

Descrivibile in tempi, modi e risorse: in questa parte vado a descrivere gli steps che mi servono per portare a termine l’obiettivo.

Nell’esempio sopra riportato, in primis devo avere lo strumento musicale e un PC dotato di collegamento audio video se voglio fare lezioni on line, poi degli spartiti e un programma didattico di lezione, poi i clienti che intendo trovare utilizzando il web dove andrò a progettare una mia immagine professionale inerente i servizi offerti come insegnante on line di chitarra.

Infine i tempi di Realizzazione del progetto, basati anche sul mio attuale impegno lavorativo e sul guadagno desiderato.

La sindrome da foglio bianco? Naturalmente esiste.

Infatti davanti a ciò che non sappiamo e davanti alla possibilità di un nuovo percorso lavorativo e di vita, siamo tanto entusiasti quanto spaventati e può prenderci davvero l’ansia se non sappiamo da dove iniziare. Ma gli steps illustrati sopra, seguiti passo passo, sono una guida eccellente.

Naturalmente possiamo anche farci aiutare da un Professionista della carriera (https://www.chiaratalamo.it/psicologia-del-lavoro-e-sviluppo-manageriale/), oppure da una persona che rilegga quanto abbiamo progettato e controlli insieme a noi la fattibilità del nostro piano d’azione.

Gli obiettivi si possono sempre cambiare e modificare, così come la maniera di realizzarli. Ci può essere un imprevisto e possiamo anche fermarci, cambiare meta o non avere più le condizioni per realizzare nessun obiettivo e desiderio.

Ma nel frattempo diamoci da fare … prima che ciò succeda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 4 =

Torna su